Le assicurazioni vita rispetto ad altre forme di risparmio

Cosa differenzia l'assicurazione vita rispetto ad altre forme di tutela? Perché l'assicurazione vita è preferibile? Conviene davvero una polizza sulla vita? Nell'articolo trovi le risposte a queste domande.

A un certo punto della vita, per ragioni dettate dall'arrivo dei figli o di un matrimonio, dall'idea di fare un investimento importante o semplicemente dall'età che avanza, si inizia a guardare al futuro in modo differente.
È normale ed è anche giusto rispondere a questo bisogno naturale di protezione con un'azione concreta, che possa rendere più agevole la vita nostra e di chi ci sta intorno. Non esiste una formula magica che farà andare tutto, sempre per il meglio, ma esiste una pianificazione matura e consapevole che mette al riparo da imprevisti e incidenti te, la tua famiglia e i tuoi cari. 

La polizza vita è la scelta preferita... dal 1400 

Una soluzione possibile al bisogno di protezione per te e per i tuoi cari, è rappresentata da una assicurazione sulla vita.

Questo tipo di prodotto finanziario, finalizzato a dare un servizio alla persona, è nato proprio con lo scopo di offrire un sostegno e un supporto economico in particolari momenti di difficoltà e la sua origine è antichissima. 

Già nel periodo egizio, nel 2700 a.C., si trovano esempi di assicurazioni sulla vita ante litteram che tutelavano i tagliapietra impegnati nella realizzazione delle faraoniche piramidi. La stessa tradizione di sostegno alle famiglie in caso di imprevisti fu adottata anche in Italia, nel periodo dello sviluppo dei porti commerciali, intorno al 1400.
Ancora oggi, a distanza di oltre 600 anni, una polizza sulla vita è considerata una forma di tutela e di investimento, ma soprattutto un atto di responsabilità nei confronti dei familiari e di quelle persone vicine alle quali per qualsiasi motivo si è legati.

 

Perché scegliere una polizza sulla vita come forma di tutela? 

Le polizze vita possono essere di 3 diverse tipologie, a seconda delle necessità di chi intende sottoscriverne una. 

1) Polizza per il caso vita. È una forma di investimento che prevede che, a fronte di una quota annuale o mensile versata alla compagnia, si ottenga una sorta di vitalizio al raggiungimento di una data età. Costituisce di fatto una forma di pensione integrativa ed è più simile, infatti, ad una forma di risparmio, di accumulo di capitale, che di assicurazione vera e propria.

2) Polizza vita caso morte. È la forma più comune di assicurazione sulla vita e anche, spesso, la più conveniente. Questa forma di tutela prevede che chi sottoscrive la polizza identifichi un beneficiario al quale verrà corrisposta l'intera somma assicurata in caso di decesso accidentale del contraente.

È la forma di assicurazione più tipica e solitamente viene completata anche da una ulteriore tutela in caso di invalidità permanente.

Stipulare una polizza di questo tipo significa che se e quando non potrai più occuparti di loro, i tuoi cari potranno mantenere lo stesso stile di vita e la tranquillità economica e finanziaria che hanno oggi. I tuoi figli potranno continuare gli studi universitari e la tua famiglia potrà continuare a pagare le rate del mutuo o del finanziamento senza problemi, evitando dunque situazioni insostenibili dovute all'assenza improvvisa del principale percettore di reddito.

Solitamente, dunque, la polizza vita caso morte viene scelta da chi si assume la responsabilità di assicurare un sostegno alle persone più care nel caso di una prematura scomparsa. 

3) Polizza vita di tipo misto. Lo dice la parola stessa, si tratta di un tipo di assicurazione che fa un mix delle due tipologie indicate sopra e prevede sia la restituzione di una somma vitalizia al termine del contratto, sia un capitale a copertura del caso morte. Il costo di questo tipo di polizza è certamente maggiore, visto che si tratta – a tutti gli effetti – del pagamento di due tutele separate, anche se sottoscritte con una sola polizza. 

La cosa sulla quale dovresti riflettere quando scegli una polizza vita non è tanto il costo, quanto soprattutto l'utilità che ha per te e l'aderenza al tuo reale stile di vita.

Sul mercato troverai polizze vita costruite sulle necessità di famiglie con bambini piccoli, assicurazioni ideali per lavoratori autonomi, per persone che viaggiano spesso all'estero, per chi ha un'azienda o ancora per chi ha intenzione di effettuare un investimento e per questo ha acceso o ha intenzione di accendere un mutuo o un finanziamento

 

Libera Mente
Proteggi il futuro dei tuo cari con la polizza vita facile e conveniente a partire da 8€ al mese
Fai un preventivo

Scegliere una polizza vita come forma di risparmio e investimento 

Un conto in banca, un fondo pensione, oppure sotto il materasso: prima o poi in ogni famiglie viene il momento di trovare il modo migliore per investire o almeno mantenere costante il valore dei propri risparmi. Da questo punto di vista si pensa ancora poco alle polizze vita, che in realtà assicurano sin dalla sottoscrizione un capitale, ovvero la somma che hai deciso di assicurare. 

Il capitale assicurato è esente da ogni eventualità di pignoramento o di vincolo per debiti pregressi e, nel caso in cui si verificasse uno dei casi previsti per la liquidazione, il capitale sarebbe interamente e immediatamente corrisposto ai beneficiari, senza l'onere di altre tasse, come quelle di successione alla quale sono invece soggette altre forme di investimento. 

Oltre ciò, le polizze vita hanno mantenuto negli anni alcuni vantaggi fiscali che le rendono una forma di investimento più conveniente rispetto ad altre soggette a tassazione. In particolare sono quelle caso morte e invalidità permanente a mantenere la maggior parte dei benefici dovuti alla possibilità di detrarre i premi, ovvero le somme versate alla compagnia assicurativa mensilmente o annualmente, dalle quote Irpef fino al 19%.

Leggi anche: