Risparmiare in casa (II parte): il bagno

Il bagno offre molte più occasioni di risparmio di quante potresti immaginare. Ecco una serie di consigli pratici e semplici che ti permetteranno di ridurre le bollette di acqua ed energia, oltre ai costi per l’acquisto dei prodotti di uso quotidiano.

In bagno, come in tante altre situazioni casalinghe, è possibile risparmiare.                            

# Preferisci la doccia alla vasca

Prenditi cura dell’igiene quotidiana preferendo la doccia alla vasca e cercando di fare docce brevi. Un accorgimento che permette di risparmiare il 50% di acqua!

# Risparmia in casa con i regolatori della portata d’acqua

Se invece non vuoi rinunciare al confort di docce più lunghe, puoi optare per un prodotto che ti permetta di evitare gli sprechi e risparmiare acqua ed energia. Ad esempio:

  • I soffioni
    Mescolando aria e acqua, i soffioni garantiscono potenza ed efficacia del getto, ma con consumi minori.  Con una doccia normalmente si consumano 20 litri al minuto: 100 litri con una doccia di 5 minuti; l’installazione di un soffione consente di risparmiare circa il 50% diacqua ed energia. Questi dati sono calcolati nella zona di Milano, dove l’acqua fredda costa meno rispetto ad altre zone, ma il risparmio derivante dai soffioni resta comunque sempre rilevante.

    Le docce a soffione si possono acquistare a partire da 25/30 euro e possono farci risparmiare fino al 50% del costo normale della bolletta. Se una doccia tradizionale costa circa 0,26 centesimi di euro, con la doccia a soffione la stessa doccia, della stessa durata, costa 0,11 centesimi. Stesso risparmio per i regolatori di flusso, che hanno un costo minore, intorno agli 8/10 euro.
  • I rompigetto
    I miscelatori rompigetto possono essere applicati sia alla doccia che ai rubinetti di lavabo e bidet. Si tratta di valvole praticamente invisibili che miscelano aria e acqua, senza ridurre la pressione: si risparmia acqua ma anche l’energia per scaldarla, con un prodotto eco-sostenibile i cui vantaggi si riflettono anche sull’ecologia e l’ambiente. Costano circa 10 euro e possono far risparmiare sino al 50% di acqua al minuto: con un rubinetto normale ogni minuto scendono quasi 14 litri d’acqua mentre con il rompigetto 6.
  • I regolatori di flusso
    I regolatori di flusso rappresentano una soluzione ancor più efficace per risparmiare in casa e alcuni modelli includono una vite di microregolazione. Sono composti da una valvola che riduce la portata d’acqua, da un dispositivo a spirale che garantisce maggior velocità all’acqua e piccole reti per miscelare l’aria, con un aumento del getto in uscita. Costano poco (2/8 euro) e si installano con semplicità svitando il filtro del rubinetto e sostituendolo con il regolatore di flusso per il risparmio energetico. Nella doccia, si inseriscono nel flessibile o nel tubo porta doccia.
Mutuo Vivo
Garantisci alla tua famiglia la serenità di pagare il mutuo anche in caso di gravi imprevisti
Fai un preventivo

# Risparmia sul bucato

Fare il bucato in lavatrice comporta una spesa in energia elettrica e detersivi, ma bastano piccoli accorgimenti per risparmiare in casa sul bucato.

  • Inizia a utilizzare metà dose di detersivo rispetto a quella consigliata sulla confezione e vedrai che il bucato sarà perfetto come sempre.
  • Puoi anche optare per detersivi fai-da-te, efficaci e molto più economici di quelli acquistati presso la grande distribuzione. Questo video mostra le fasi per realizzarlo a partire da sapone di marsiglia, sale grosso e bicarbonato di sodio.
  • Prova a sostituire l’ammorbidente con 100 ml di aceto bianco a ogni lavaggio: rende morbide le fibre dei tessuti, è un potente anticalcare, elimina i residui del detersivo e igienizza.
  • Fai la lavatrice solo quando è a pieno carico, ma senza sovraccaricarla perché il detersivo non si distribuirebbe in modo uniforme sui tessuti, con una conseguente minor efficacia pulente. Evita, quindi, di riempire completamente il cestello stipando i panni sino alla parte superiore, in cui è invece meglio lasciare uno spazio vuoto.
  • Risparmia facendo il bucato nei fine settimana e alla sera: sono le fasce orarie più economiche. Se hai un piano energetico con una tariffa bioraria, potrai risparmiare fino al 20% sulla bolletta energetica.

# Risparmia ottimizzando l’uso dello scaldabagno

Stando ai dati Legambiente, una famiglia che utilizza uno scaldabagno elettrico della potenza di 1.000 Watt acceso 6 ore al giorno consuma circa 2.000 kWh di energia all’anno (8 volte il consumo di un frigorifero di classe A da 300 litri acceso 24 ore al giorno). Che fare? Meglio accenderlo la notte, quando i consumi sono minori. Al momento dell’acquisto, opta per un modello dotato di timer, per programmare l’accensione 3 o 4 ore prima dell’utilizzo previsto. In inverno, non superare i 60° mentre in estate i 40° per evitare sprechi di energia. Ricorda inoltre di posizionare lo scaldabagno in un luogo non troppo lontano dagli elettrodomestici e dagli impianti, come la lavatrice o la vasca da bagno, perché l’acqua calda nel passaggio nei tubi disperde calore e maggiore distanza dovrà percorrere, maggiore sarà lo spreco di energia.

# Risparmia in casa riciclando gli avanzi del sapone

A volte può risultare difficoltoso utilizzare completamente una saponetta e, quando diventano piccoli avanzi, si preferisce buttarli via. Possono invece essere facilmente riciclati mettendo a macerare 3/4 scaglie di sapone in 400/500 ml di acqua calda, per creare del sapone liquido da utilizzare in un dispenser, dopo aver aggiunto qualche goccia di olio essenziale della fragranza preferita. Oppure realizzando profumatori per armadi e cassetti semplicemente raccogliendo gli avanzi e mettendoli in sacchettini di velo da utilizzare al posto dei profumatori commerciali.

Conclusione

Basta mettere in pratica semplici accorgimenti per risparmiare in bagno, evitando gli sprechi e riducendo l’impatto ambientale. Scegli quelli più adatti al tuo stile di vita e… inizia subito!

Forse può interessarti anche: