Se anni fa dominavano mobili costosi in legno massello, destinati a durare una vita, oggi grazie alle grandi catene di arredamento low cost e alle tante riviste, anche online, è possibile arredare casa con stile, spendendo poco. Ed essere liberi, nel tempo, di cambiare, magari rinnovando anche un solo locale. Come orientarsi? I trend sono numerosi e adatti ai gusti più diversi. Ecco le 5 tendenze più up to date del momento. 

#1 Minimal

Spazi vuoti, linee pulite ed eleganza: lo stile minimal, che condensa praticità e buon gusto, continua ad essere uno dei trend d’arredamento più apprezzati anche per il 2016. La ricerca dell’essenziale passa dalla rinuncia alle decorazioni e al numero di oggetti, in favore di scelte mirate a rimuovere qualsiasi tipo di ingombro visivo (e psicologico). Bisogna essere liberi di muoversi, di respirare e accogliere la luce. 

Per arredare una casa o un ambiente in stile minimal occorre optare per pochi mobili, ma di forte personalità. Le forme regolari e geometriche sanno creare quella “pulizia” spaziale che dona alla mente un senso di ordine e serenità. Superfici luminose e moderne risaltano grazie all’essenzialità della gamma cromatica che domina questo tipo di Interior Design, spesso giocato sui contrasti fra nero, grigio e bianco. Praticità, ordine e funzionalità sono le basi di una casa minimal style, che sa creare un’atmosfera piacevole e rilassante proprio grazie all’assenza del superfluo. 

stile minimal per arredare casa

 

#2 Industriale 

Lo stile industriale nasce a New York negli anni Cinquanta, insieme al concetto di loft e a una nuova filosofia sul “come” arredare una casa. Numerosi vecchi magazzini e depositi, da allora in poi, sono stati adibiti ad abitazioni private, valorizzando il mondo legato alle fabbriche, prima ritenuto grigio e privo di interesse estetico. 

Mutuo Vivo
Garantisci alla tua famiglia la serenità di pagare il mutuo anche in caso di gravi imprevisti
Fai un preventivo

Trasformare la propria abitazione scegliendo di arredare con stile industriale è una scelta di grande impatto visivo, ideale per gli open space. Tutti gli elementi strutturali vanno evidenziati, non nascosti: ecco che travi, mattoni e tubi diventano a buon diritto protagonisti assoluti del salotto o della camera da letto. Per la cucina si opta per soluzioni in acciaio inossidabile abbinato a mensole in legno, meglio se con imperfezioni evidenti, che ne marchino l’unicità rispetto ai prodotti realizzati in serie. La luce naturale filtra da grandi vetrate, mentre all’interno il grigio è la tonalità dominante - dai tessuti agli oggetti - che un elemento a contrasto, di colore acceso, contribuisce a valorizzare. 

arredare casa in stile industriale

 

#3 Shabby-Chic 

Una delle soluzioni vincenti per arredare casa spendendo poco è lo stile Shabby Chic, nato nell’Inghilterra di inizio Novecento per rispondere con gusto ed eleganza alla crisi economica. Gli oggetti delle grandi case di campagna abbandonate a favore dei centri urbani vengono recuperati valorizzandone la patina antica. Si deve, però, a Rachel Ashwell, nota designer americana degli anni ‘80, il lancio dello stile Shabby Chic come trend dell’arredamento di interni. 

Il British vittoriano si sposa con il gusto francese e l’Art Deco dando vita a un’atmosfera rustica e accogliente. Mobili vecchi, ridipinti e decapati, sono un must da abbinare a tonalità chiare e colori pastello: rosa, avorio, grigio chiaro, lavanda e crema. Ogni dettaglio va scelto con attenzione, per evitare il rischio dell’effetto trasandato e mantenere invece equilibrio e armonia in ogni locale. Tessuti con tenui stampe floreali in stile provenzale, tende di lino, porcellane bianche e utensili vintage scovati nei mercatini o nei negozi specializzati sapranno dare alla casa un tocco unico e speciale! 

stile shabby chic per arredare casa

 

#4 Coastal 

La suggestione del mare, il profumo salmastro delle barche dei pescatori, i riflessi azzurri delle onde e del cielo che regalano all’anima quell’impagabile serenità che solo i luoghi di mare sanno dare. Emozioni forti e positive, che oggi possiamo ricreare all’interno della nostra casa, scegliendo di arredare con stile Coastal una stanza o l’intera abitazione. Via libera, quindi, a una palette che spazia dalle tonalità crema al turchese, sino alle profondità evocate dal blu oltremare. Accenti cromatici che evocano sabbia e onde, da ritrovare nei tessuti, dalle tovaglie di cotone ai mezzeri, dai cuscini ai tappeti. 

Anche gli accessori vanno scelti con cura: stampe di paesaggi, timoni in legno, fari, velieri... in un mix di texture e materiali naturali. Lo stile Coastal, accogliente e fresco, è nato nelle case della Costa Atlantica, le cui ampie vetrate facevano entrare il profumo della brezza oceanica e la luce chiara abbracciava solide superfici in legno chiaro. 

 

#5 Sydney Style 

L’Australia è un Paese che incanta con i suoi paesaggi mozzafiato, le spiagge da sogno e le tradizioni aborigene che si intrecciano con le suggestioni di una cultura multietnica che fonde spunti europei e del Sud-Est asiatico. Il risultato? Un melting pot allegro e colorato, che profuma di libertà e avventura. Ricreare lo stile Down Under nella propria casa, senza spendere una fortuna, è facile e di grande effetto. Basta scegliere - magari in negozi specializzati come “Maisons du Monde” - arredi in stile coloniale abbinati a oggetti entico-tribali e a coloratissime stoffe per accendere il salotto o la terrazza con le suggestioni di Bali. 

Sono un must i tessuti naturali: lino, cotone e canapa. Come nello stile Coastal, dominano le tonalità del cielo e del mare e le sfumature della terra: beige, ruggine e grigio abbinati a macchie di colore. Arredare casa con stile Sydney significa abbinare le superfici naturali, (dal rattan ai tappeti in juta) a oggetti dalla forte personalità che diventano parte integrante dell’arredamento. Ecco che ricordi di viaggio, oggetti legati a hobby e passioni dei proprietari sanno dare carattere all’abitazione, creando uno stile unico e personale.

Cambiare arredamento o creare da zero quello di una nuova casa è un’attività estremamente creativa e piacevole, che coinvolge tutti i membri della famiglia. Perché la casa riflette la personalità di chi la abita: ogni locale può essere un mondo a sé, ma da costruire e condividere insieme.

postato: Agosto 11, 2016