Come risparmiare sui testi scolastici

Sta per iniziare il nuovo anno scolastico che, puntualmente, comporta una consistente spesa per le famiglie per l’acquisto dei testi scolastici. Ci sono però svariate strategie che puoi mettere in atto per acquistare i libri risparmiando. Vediamole insieme.

I testi scolastici sono una spesa non trascurabile nel bilancio familiare. Ecco come risparmiare.

Settembre è il mese della nostalgia per le vacanze estive ormai terminate, ma anche dell’acquisto di diari, zaini, cartelle per il nuovo anno scolastico che inizia. Per le famiglie, questo periodo porta con sé una spesa, cospicua e non detraibile,  anche per l’acquisto dei libri scolastici.

Per i libri di testo, le famiglie sono tutelate dai tetti di spesa che quest’anno saranno più bassi, come emerge da una recente nota del Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) che prevede riduzioni,

  • Del 10% per le classi che adotteranno tutti i testi già in uso dall'anno 2014/2015, con versione cartacea e digitale più contenuti integrativi digitali per l'apprendimento.
  • Del 30% se nella classe tutti i testi sono stati adottati dal 2014/2015, con versione digitale e contenuti digitali integrativi.
  • Il tetto di spesa potrà essere superato al massimo del 10% a condizione di una motivazione circostanziata fornita dal Collegio dei Docenti.

In ottica risparmio, una legge del 2008 ha introdotto la possibilità per le scuole di adottare libri scolastici in formato digitale. La scelta comporta costi minori per le famiglie in quanto gli eBook costano meno dei libri cartacei, ma essa è a discrezione dei singoli Consigli di classe, previa approvazione del Collegio dei docenti.
Questa soluzione però stenta a decollare: della spesa per i libri scolastici, che ammonta a un miliardo di euro, solo l’1% è destinata ai libri in versione digitale. Questa lentezza può essere anche dovuta alla bassa diffusione della banda larga nelle scuole: solo il 25% ne dispone.

#1 Acquista i libri scolastici nei supermercati

Acquistare i testi scolastici nei grandi magazzini e nei supermercati conviene perché la maggior parte di essi propone sconti che vanno dal 10% al 20% sul prezzo di copertina. Ad esempio, Conad offre sino al 15 Settembre 2017 un rimborso del 25% del costo sostenuto in buoni spesa (da usare entro Dicembre 2017) per i titolari di Carta Insieme (gratuita). Da Carrefour puoi prenotare i libri scolastici entro il 25 Settembre e ottenere un buono sconto del 20% o 25% sulla Carta SpesAmica, che puoi usare su un’unica spesa entro il 27 Novembre. Esselunga offre invece uno sconto sul prezzo di copertina, e l’acquisto fa accumulare i punti Fidaty.

I libri di testo sono solo una delle tante spese che devi sostenere per garantire una buona istruzione ai tuoi figli. Si tratta di una voce importante nel bilancio familiare ma ne vale sicuramente la pena. Per questo abbiamo pensato ad un modo per garantire ai tuoi figli il proseguimento degli studi, anche in caso di gravi imprevisti che potrebbero impedirti di prendertene cura.

Scopri come tutelare il futuro dei tuoi figli ed i loro importanti progetti.

#2 Risparmia acquistando i libri scolastici online

Se preferisci acquistare i libri scolastici direttamente dal salotto di casa, puoi optare per il servizio offerto da Amazon. Sul sito adozionilibriscolastici.it, trovi rapidamente i libri che gli insegnanti, per le varie classi, hanno indicato. e Puoi selezionare quelli che vuoi acquistare e completare l’acquisto su Amazon beneficiando del il 15% di sconto, grazie a un’offerta valida fino al 9 Settembre. Non trascurabile l’opportunità di poter restituire i libri entro il 15 Ottobre e di avere la spedizione gratuita per importi superiori a € 29,00.

Il web store Libraccio.it, la più grande catena specializzata nel libro scolastico nuovo e usato, che puoi trovare anche fisicamente in 16 città, offre un buono pari al 15% del valore dei libri nuovi acquistati da usare entro fine 2017 per acquistare online altri libri (non scolastici). Anche su Groupon puoi trovare opportunità per risparmiare grazie ai buoni socnto: dal 70% di sconto su una lista di titoli selezionati, al 15% di sconto sugli atlanti, al 15% sui libri di scuola nuovi.

#3 Acquista (e rivendi) libri scolastici usati

Per un ulteriore risparmio e pre dare una seconda vita ad un libro, vale la pena di considerare anche la compravendita di libri di testo usati. Ecco alcune soluzioni.

  • Su Amazon puoi anche acquistare libri scolastici usati, con un risparmio anche molto consistente rispetto al prezzo pieno.
  • Sulla piattaforma online di Coop hai la possibilità di vendere i libri dell’anno precedente e acquistare testi usati per il nuovo anno.
  • Spesso vengono organizzate iniziative locali di vendita di libri scolastici usati. Ad esempio, a Prato l’Officina Giovani ospita nei propri spazi il “Mercatino dei libri scolastici usati per le scuole medie e superiori”. A Brescia, Cremona, Parma e Mantova c’è il Mercatino del Libro Usato di Popolis mentre a Roma è attivo il servizio di compravendita di libri usati Libri scolastici a domicilio: comprano i tuoi vecchi libri per il 15-35% del prezzo di copertina e vendono al 50-70% del prezzo di copertina. Sempre nella capitale, un altro punto di riferimento sono i banchi 4, 7 e 15 del mercatino che si svolge solo in questo periodo a Lungotevere Oberdan.

Conclusione

Vista la spesa importante per la famiglia, vale la pena armarsi di pazienza e dedicare un po’ di tempo alla ricerca della migliore soluzione per risparmiare sull’acquisto dei libri scolastici: cumulando le varie opportunità (acquisto e/o vendita dell’usato, offerte speciali on-line) si possono risparmiare ogni anno fino a € 160 per ogni figlio studente.

Forse può interessarti anche:

 

 

Ballerina classica, medico o ingegnere?
Qualunque futuro sogni per i tuoi figli c'è una soluzione semplice ed accessibile per aiutarti a tutelarlo
Scopri come proteggerli