7 consigli per risparmiare sulla spesa alimentare

La spesa alimentare rappresenta una voce nel budget mensile abbastanza corposa, in particolare nelle famiglie numerose. Secondo le rilevazioni ISTAT, infatti, in media una famiglia italiana sostiene un costo per la spesa alimentare mensile superiore ai € 400,00.

Non è semplice ridurre queste spese, perché da una corretta alimentazione dipende il nostro stato di salute fisica e mentale, ma facendo attenzione, è possibile risparmiare sulla spesa alimentare senza rinunciare alla qualità.

Come? Vediamo insieme alcune soluzioni pratiche e utili.

#1. Imposta un menù settimanale

Spesso non ci facciamo caso, ma l’improvvisazione in cucina, quando si rientra tardi dal lavoro e si prepara una cosa al volo, ci fa sprecare denaro e prodotti, perché la mancanza di alternative non ci porta a ragionare con cura e attenzione.

Un buon modo per risparmiare sulla spesa alimentare è stilare una lista settimanale delle pietanze da preparare, in modo da acquistare solo ciò che è strettamente necessario ed evitare sprechi. 

Preoccupati di cambiare il menù ogni settimana, in modo da non consumare sempre gli stessi alimenti. In una dieta equilibrata, infatti, è importante variare ciò che si mangia, cercando di dosare bene proteine, carboidrati e vitamine.

#2. Fai attenzione alle quantità

Ogni giorno nelle nostre case finisce nella pattumiera una quantità impressionante di cibo, e questa cosa è inaccettabile. Bisognerebbe produrre meno rifiuti in casa e in questo articolo ti diciamo come fare.

Oltre a seguire quelle che sono le dosi consigliate dai nutrizionisti, dipendenti dal nostro fabbisogno energetico giornaliero, devi basarti sulle abitudini della tua famiglia a tavola.

Se sai che, ad esempio, a cena sono abituati a mangiare solo un secondo con un contorno, evita di preparare antipasti, primi piatti e altre pietanze, perché finirebbero col non essere consumate.

#3. Approfitta delle offerte speciali

Ogni supermercato propone offerte speciali, solitamente su base settimanale, e devi imparare a sfruttarle nel modo migliore possibile.

Questo non vuol dire, attenzione, che se una cosa è in offerta allora vale la pena acquistarla.

Acquistare prodotti che non consumi mai, oppure acquistarne in quantità eccessiva solo per poterli pagare meno, non è una scelta intelligente, è uno spreco di denaro. In particolare se si tratta di prodotti freschi, deperibili in pochi giorni.

Diverso è, invece, se ci riferiamo ai prodotti a lunga conservazione e di largo consumo, come legumi, conserve, prodotti confezionati. In quel caso, approfittare delle offerte ti garantirà un bel risparmio.

#4. Segui la stagionalità dei prodotti

Mangiare prodotti di stagione è molto importante, sia dal punto di vista dell’alimentazione che da quello economico.

Da molti anni, ormai, ci siamo disabituati al ciclo delle stagioni, perché riusciamo a trovare prodotti tutto l’anno, magari importanti da altri Paesi. Questa tendenza ha effetti molto deleteri sull’ambiente, sull’agricoltura, l’economia e la nostra salute, oltre che sul tuo budget familiare.

Polizze infortuni e salute
Accesso alle migliori cure per te e i tuoi cari. Scegli una polizza per stare sereno a partire da 9,40 €/mese
Scopri le polizze

Acquistare arance in estate, oppure le fragole a dicembre, è un ottimo modo per sprecare soldi e consumare prodotti di scarsa qualità.

Ti consigliamo di scaricare questa tabella della stagionalità dei prodotti, redatta da Altroconsumo.

#5. Fai la spesa nei mercati rionali e presso i produttori locali

Un ottimo modo per risparmiare sulla spesa alimentare, e al tempo stesso acquistare prodotti locali da commercianti del posto, è rifornirsi presso i mercati rionali.

Questi luoghi affascinanti, dove la socialità si fonde con l’economia, ti consentiranno di fare acquisti in modo responsabile ed economico, senza derogare alla qualità dei prodotti, anzi.

In alcuni mercati, infatti, è ancora possibile rifornirsi di prodotti a km 0, frutta, verdura, salumi, formaggi, frutto del lavoro sapiente di coltivatori, agricoltori e artigiani del tuo paese.

#6. Acquista prodotti sfusi

Una delle voci che influisce sul prezzo di vendita dei prodotti è il packaging, l’imballaggio, spesso inutile e dannoso per l’ambiente.

In molti supermercati e centri commerciali è possibile, da qualche anno, acquistare i prodotti secchi, come pasta, legumi, frutta secca, cereali, sfusi, nelle quantità desiderate direttamente dagli erogatori.

Inutile acquistare più di ciò di cui hai davvero bisogno, e ancora di più pagare per un imballaggio che finirà nella spazzatura.

Dotati di recipienti ermetici e destinali ad accogliere questi prodotti, in modo da conservarli al meglio.

#7. Aguzza l’ingegno in cucina

La cucina non è solo l’esecuzione di un piatto in modo meccanico, è passione, creatività, ingegno.

I migliori piatti al mondo sono nati da un’intuizione, spesso da una necessità. A volte basta davvero poco per trasformare una ricetta semplice e triste in un piatto ricco e gustoso.

Fai delle ricerche online, e troverai migliaia di ricette e consigli. Magari non ti aggiudicherai qualche stella Michelin, ma almeno potrai mangiare bene spendendo poco. Oppure scarica la app Petitchef (Play Store e App Store di Apple) che, come scritto sullo store, ti permette di avere sempre a portata di mano un'idea sfiziosa per la colazione, il pranzo, la merenda e la cena a partire da ingredienti semplici. Oltre 80.000 ricette da realizzare gratuitamente per avere in tavola ogni giorno una nuova leccornia.

Come vedi, è possibile alimentarsi correttamente spendendo il giusto, senza rinunciare alla qualità, anzi, in alcuni casi migliorandola. È sufficiente seguire i consigli che hai visto sopra, e alla fine del mese potrai risparmiare soldi che ti saranno utili per altre cose.