Le assicurazioni online fanno risparmiare?

Le assicurazioni online sembrano la nuova frontiera del risparmio. Fai tutto online, paghi online, confronti le varie polizze con una manciata di click, e hai la comodità di un'assicurazione auto con innumerevoli vantaggi e a costi sempre più competitivi. Ma è tutto oro ciò che luccica? Davvero le assicurazioni online sono così convenienti se paragonate a quelle tradizionali che stipuliamo con l'agente di fiducia? Quanto contano il nome e la storia del brand assicurativo nella scelta di questa o di quella polizza? I comparatori online sono affidabili? Scopriamolo insieme, attraverso un’analisi delle varie proposte sul mercato RC auto italiano.

Risparmiare. È un’azione che (ri)cerchiamo sempre: quando facciamo la spesa o, ad esempio, quando organizziamo una vacanza con la nostra famiglia, confrontando le varie tariffe di alberghi e voli. C’è un’infinità di situazioni dove il risparmio gioca il ruolo di attore principale, c’è tuttavia un passaggio inevitabile quando si parla di spese oculate (e ragionate): confrontare

Proprio così. Per risparmiare dobbiamo poter confrontare diverse offerte, e vagliare quella più adatta alle nostre esigenze, oltre che al nostro portafoglio. Anche nel mondo delle assicurazioni online c’è la possibilità di mettere a confronto, con un solo click, centinaia di polizze rc auto. Come? Attraverso i comparatori online

Torniamo però alle prime righe di questo articolo. Poter liberamente confrontare le diverse offerte delle compagnie assicurative online, equivale a risparmiare? O meglio, le assicurazioni online - a parità di condizioni - fanno realmente risparmiare?

Assicurazioni online: pro e contro

Partiamo subito dai pro. Sicuramente, al primo posto, troviamo la rapidità. Stipulare un’assicurazione online è comodo, oltre che veloce.

Un altro vantaggio è il risparmio sul costo annuo. Molte compagnie online, non avendo filiali sul territorio, riescono a contenere alcuni costi, e questo si ripercuote positivamente sull’importo finale (premio) che pagherai annualmente (od ogni sei mesi). 

N.B. Se hai una classe di merito 1 il risparmio sarà maggiore. 

Parlando di svantaggi - se così possiamo chiamarli - troviamo sicuramente l’assenza di un customer care dedicato. O meglio, le assicurazioni online gestiscono i loro clienti tramite call center o mail, spesso reperibili anche 7 giorni su 7. Anche qui occorre valutare bene le proprie esigenze, visto che questo tipo di assistenza offre comunque un tipo di supporto diverso dall’agente tradizionale, al quale invece puoi delegare tutte le questioni burocratiche legate alla tua polizza (attivazione, invio documentazione, eventuali sinistri).

Questo aspetto si lega perfettamente al secondo svantaggio. Se sei una persona poco avvezza a Internet, poco esperta nel campo assicurativo, o più semplicemente in cerca di un agente che possa guidarti verso la soluzione più adatta ai tuoi bisogni, sarà difficile cambiare le tue abitudini (ed eventuali pregiudizi), e firmare digitalmente la tua prima polizza online. 

Infine, anche per i neopatentati può essere poco comodo affidarsi a una compagnia online. Nei primi 4 o 5 anni di guida gli incidenti sono statisticamente più frequenti. Questo cosa significa? Che l’assicurato avrà bisogno di consultare più volte la sua compagnia. Un contatto che preferirà avere con un professionista competente (e di fiducia), che di fatto rappresenta il suo agente assicurativo, il suo broker. 

Adesso che abbiamo esaminato i pro e i contro, vediamo quali sono i parametri per scegliere una compagnia di assicurazioni online.

 

Polizza vita. Serve anche a me?
Una polizza vita è un gesto di responsabilità verso i propri cari. Scopri come può aiutare anche la tua famiglia.
Confronta le polizze

Assicurazioni online: quale compagnia scegliere?

Per tutelare il consumatore da eventuali truffe, messe in atto da compagnie assicurative poco serie, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private ha creato un regolamento rigido e ben definito

Si parla per lo più di norme legate alle competenze tecniche che devono avere gli operatori di call center. Ma anche dall’assoluto divieto di includere, oltre la polizza assicurativa, altri prodotti o servizi proposti in maniera poco chiara. Insomma, tutto quello che compri deve essere SEMPRE ben visibile e in assoluta trasparenza. Ricorda, una firma digitale è pur sempre una firma. 

Di seguito, ecco alcuni consigli utili che puoi applicare per verificare l’affidabilità di un’assicurazione online

  • Affidati sempre ai comparatori online; non cercare la tua futura compagnia assicurativa nei meandri del web. Del resto, se qualcuno ha già fatto una ricerca in tal senso, perché farla nuovamente?
  • Per una ricerca più oculata, su Google associa al nome dell’assicurazione che vorresti stipulare i termini “opinioni”, “pareri”, “truffa”, “recensioni”. Se c’è del marcio sulla rete, Google te lo mostrerà
  • Affidati a una compagnia assicurativa che sia abilitata ad operare nel nostro Paese (ecco una lista prodotta dall’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni)
  • Leggi sempre con attenzione tutte le condizioni del contratto: esclusioni, rivalse, franchigie, massimali e limitazioni. Questi termini, per te, devo essere chiari e trasparenti. Diversamente, potresti firmare qualcosa di poco conveniente
  • Infine, non fornire MAI i dati della tua carta di credito tramite mail o telefonicamente. In generale, per qualsiasi operazione online converrebbe adoperare una prepagata. Per approfondire l’argomento puoi leggere questa rapida guida su come: Risparmiare facendo shopping online per tutta la famiglia.

Assicurazioni online: quando conviene?

Mi verrebbe da dire sempre. Il risparmio, in effetti, si aggira in media intorno al 30, 35%. Ed è un dato facilmente reperibile. Basta davvero poco: una ricerca sui maggiori comparatori di assicurazioni online, una bella stampa su un foglio A4, e un giro per le compagnie della tua città, con il libretto dell’auto a seguito. Vedrai che, difficilmente, troverai dei prezzi inferiori, rispetto a quelli visionati online.

bambini che giocano all'autoscontro

Eppure, torniamo sempre lì. Un’assicurazione online può risultare fredda, asettica. Anche se dal punto di vista dell’affidabilità non hanno nulla da invidiare alle loro controparti offline, ma la mancanza di una persona con la quale dialogare, non ci permette di creare quel famoso legame che tende a rassicurarci.

Assicurazioni online: un glossario per non perdersi

Ci sono alcuni termini tecnici con i quali dovrai familiarizzare, specie se hai deciso di stipulare la tua rc auto con una compagnia online. Per questo motivo, di seguito trovi un piccolo glossario che potrai consultare ogni volta che ne avrai bisogno

  • Massimale: è il risarcimento massimo che la compagnia può pagare in caso di sinistro
  • Franchigia: una clausola che, in caso di danni, eviterà che l’interno importo venga liquidato dalla tua compagnia. È un importo che si definisce a priori, ma che comunque sarà a carico tuo
  • Classe di merito: la tua posizione all’interno della scala prevista per il sistema tariffario Bonus Malus
  • Premio assicurativo: La somma dovuta dal contraente alla compagnia di assicurazione su base mensile, semestrale, annuale.
  • Nota informativa: un documento di estrema importanza, che ti verrà consegnato prima di firmare il tuo nuovo contratto assicurativo. Questa nota contiene tutte le informazioni relative alla compagnia e quelle relative al contratto (garanzie, durata, modalità di pagamento, modalità di versamento dei premi, regime fiscale, eccetera). 

Questi sono alcuni dei termini assicurativi che dovresti conoscere. Per uno studio più approfondito ti consiglio di consultare questo glossario.

Confronta, valuta e decidi

Questo viaggio tra assicurazioni, comparatori e termini assicurativi volge al termine. Questi concetti, una volta acquisiti, ti permetteranno di muoverti meglio online tra preventivi e valutazioni di ogni genere e ti aiuteranno ad evitare spiacevoli situazioni. Conoscere quello che si cerca è importantissimo, nel mondo delle assicurazioni online, come nella vita in generale.