Influenza: rimedi e consigli su come evitarla

Dolori muscolari, stanchezza e spossatezza, respiro affannoso, tosse e brividi sono i classici sintomi dell’influenza che solo il tuo medico potrà confermare: prima inizi a curarti, prima guarisci! Purtroppo dopo aver contratto il virus c’è poco da fare per alleviare i fastidi e ridurre i tempi di guarigione: la cosa migliore è sempre cercare di prevenire, con costanza e impegno, la malattia.

La prevenzione passa attraverso tre buone abitudini da inserire nella tua quotidianità: igiene, vita sana e nutrizione.

Norme igieniche per prevenire l’influenza

Cercare di evitare il contatto con germi e virus è il primo punto fondamentale del processo continuo di prevenzione.

Lavati spesso le mani

Rimane una delle norme igieniche più semplici da attuare e allo stesso tempo più sicura: lavare spesso le mani con acqua calda e sapone.

Prima e dopo il contatto con il cibo, prima e dopo i pasti, al rientro da un luogo pubblico, ma anche dopo aver starnutito o aver fatto una carezza al tuo migliore amico a 4 zampe o dopo aver soffiato il naso a tuo figlio: queste sono solo alcune delle occasioni di rischio di contatto diretto con il virus che vivi ogni giorno e che puoi evitare semplicemente lavando le mani.

Ovviamente, se non hai a disposizione acqua calda e sapone, puoi sempre ovviare con un prodotto igienizzante, acquistabile in farmacia, para-farmacia o anche in alcuni supermercati, da tenere a portata di mano. Fatti consigliare dal tuo medico di famiglia quello più adatto a te.

Disinfetta gli ambienti

Anche la pulizia degli ambienti è una forma di prevenzione. In casa e in ufficio, disinfetta le superfici più esposte ai batteri, almeno una volta al giorno e comunque dopo occasioni di rischio: dopo aver lavato con acqua e sapone le superfici, puoi massimizzare l’azione antibatterica passando una pezzuola con un po’ di alcol (va già bene quello etilico [alcol rosa] ma se vuoi il massimo, usa l’alcol disinfettante [alcol verde]).

Occhi, naso e bocca: zone sensibili

Uno dei metodi di contagio del virus dell’influenza (e più in generale di tanti altri germi) passa da occhi, naso e bocca: meglio evitare di toccare queste zone dopo essere venuti a contatto con una situazione a rischio e non aver potuto igienizzare correttamente le mani.

Ovviamente, il rischio aumenta se hai l’abitudine di mangiarti le unghie. Dì la verità: quante volte te lo ha ripetuto il tuo medico? Lo sai bene che germi e batteri rimangono intrappolati sotto le unghie, anche dopo aver lavato per bene le mani: dovresti prenderti l’abitudine di spazzolarti sotto le unghie per aumentare l’efficacia dell’azione preventiva.

Vaccinazione antinfluenzale

In alcuni casi specifici, potresti valutare - insieme al medico di famiglia - la possibilità di sottoporti alla vaccinazione stagionale, che ogni anno viene creata ad hoc per contrastare i ceppi virali più attivi. Di solito, i medici suggeriscono la somministrazione del vaccino nel caso di malattie croniche o per gli over65, le donne e anche per i bambini, suggerendo anche forme di somministrazione spray a chi si lascia impressionare da aghi e punture.

La prevenzione passa anche dallo stile di vita

Germi, batteri e virus infettano il tuo organismo se le difese immunitarie non sono efficienti come dovrebbero. Per questo la protezione aumenta quanto più sano è il nostro stile di vita.

 

Polizza vita. Serve anche a me?
Una polizza vita è un gesto di responsabilità verso i propri cari. Scopri come può aiutare anche la tua famiglia.
Confronta le polizze

Dormire

Riposare bene per 7-9 ore a notte ti aiuta a mantenere l’intero organismo in buona salute: il riposo infatti è alla base di un sistema immunitario efficiente.

Una delle conseguenze della carenza di sonno sembra essere la produzione in eccesso di sostanze (le citochine) responsabili proprio dell’insorgenza di raffreddore e altri classici sintomi influenzali.

Evitare (o almeno ridurre) il fumo

Se sei un fumatore, sai già che dovresti smettere: questo potrebbe essere un buon momento.

Come sai, infatti, fumare danneggia prima di tutto il sistema respiratorio, e disidratando l’organismo, ne indebolisce le capacità immunitarie.

Se a questo aggiungi la distruzione delle prime difese aeree contro i germi, ovvero i peli del naso, comprendi bene perché le probabilità di contagio nei fumatori sono decisamente più alte che nei non fumatori.

Fare esercizio fisico

Se fai attività fisica regolarmente avrai già notato che tendi ad ammalarti meno. Non è un caso, né una coincidenza.

Fare esercizio fisico infatti aumenta la produzione di globuli bianchi che combattono (e prevengono) diverse malattie ed aiuta ad espellere le tossine attraverso la sudorazione, aiutandoti a mantenere l’intero organismo funzionante al meglio.

Nutrizione sana e prevenzione

Nutrirsi in modo sano e corretto aiuta a depurare il corpo e mantenerlo resistente e forte.

Acqua sì, alcolici no

13 bicchieri al giorno per l’uomo, 9 per la donna (bicchieri da 240 ml): questo assicura la giusta idratazione al nostro corpo, e di conseguenza un buono stato di salute del sistema immunitario.

Diverso il discorso per le bevande alcoliche, dannose e disidratanti per il corpo, indeboliscono il sistema immunitario perché lo privano di nutrienti importanti, se consumate in quantità. Per uno stile di vita sano, non bisognerebbe consumare più di 3 drink a settimana, ma sempre meglio un buon bicchiere di vino rosso che un superalcolico.

La frutta dell’arcobaleno

Ti ricordi ancora che “una mela al giorno toglie il medico di torno”? Ecco, è giunto il momento di dirti che tutta la frutta e tutta la verdura fanno bene al tuo corpo: puoi quindi variare la tua dieta aggiungendo frutta e verdura di tutti i colori, assumendo così le varie vitamine e sostanze nutrienti di cui il tuo corpo necessita per difendersi al meglio.

Omega-3

Assumere la giusta quantità di acidi grassi omega-3, ricchi di antiossidanti, ti permette di tenere lontani i radicali liberi che, come sai, sono tra i colpevoli di malfunzionamento del sistema immunitario.

Inserisci quindi, se puoi, nella tua dieta pesce ma anche semi e fagioli, oltre che frutta a guscio. In alternativa, puoi assumere 10-15 gocce di un integratore alimentari a base di fitoplancton per assicurarti un concentrato benefico di omega-3.

Se, nonostante tutte le precauzioni del caso, ti capita di prendere l’influenza fermati, cerca di riposare e dai al tuo organismo il tempo di rimettersi in sesto e guarire, prima di sottoporlo a nuovi stress quotidiani.

Leggi anche: