La cameretta in due: come ottimizzare lo spazio

Sino a pochi decenni fa, le abitazioni prevedevano una suddivisione degli spazi che privilegiava locali ampi, corridoi e grandi camere da letto. Oggi invece, specie nelle grandi città, i costruttori devono optare per case con metrature ridotte, che non di rado si sviluppano su più piani. Cambiano, quindi, le regole di interior design e si moltiplicano le soluzioni di “arredamento intelligente”, per ottimizzare gli spazi e non lasciare nulla al caso.

Le migliori salvaspazio per arredare la camera dei bambini

Quando in famiglia ci sono due figli piccoli, con la zona notte in condivisione, bisogna orientarsi verso camere da letto moderne che, grazie a semplici accorgimenti per ottimizzare lo spazio, diventino in un attimo polifunzionali. È importante creare una zona studio in cui potersi concentrare, ma anche aree dedicate al gioco e alla socializzazione: via libera, quindi, a cuscini e comode sedute, dove rilassarsi in tranquillità o divertirsi con gli amichetti. 

Le norme di igiene prevedono almeno 9 mq per una camera singola e almeno 12 mq per una camera doppia, con un ottavo dell’area complessiva dedicato all’aero-illuminazione.

Ma come conciliare le esigenze di due fratelli con quelle di una cameretta salvaspazio? Ci sono tante soluzioni diverse per arredare una cameretta per due bambini, ma è sempre bene tener presente le loro personalità prima di prendere decisioni destinate ad accompagnarne la crescita per diversi anni. Sarà, così, più semplice decidere se mantenerli vicini o creare nette suddivisioni degli spazi, se privilegiare la zona ludica o quella dedicata allo studio. 

Cassettoni estraibili, moduli pensili, vani aperti e boiserie diventano protagonisti di questo nuovo spazio da comporre su misura dei più piccoli, senza dimenticare di dare il giusto spazio alle loro passioni e agli oggetti che, rappresentandone la personalità, sapranno rendere unica e speciale la loro parte di camera. Anche mensole, ceste e bauli colorati si rivelano preziosi alleati salvaspazio, specie se abbinati a scaffalature modulari che in futuro possano trovare nuova collocazione quando i figli diventeranno adolescenti.

Il nostro consiglio? Giocare su arredi “doppi”, ad esempio speculari, ma con tappezzerie scompagnate in grado di creare armonie cromatiche piacevoli pur definendo con precisione gli spazi dei due bimbi. Ecco qualche esempio di camerette salvaspazio per bambini, nelle quali la scelta del letto gioca un ruolo fondamentale. 

Camerette a ponte

Nelle camerette a ponte, i bambini dispongono di una zona notte personale, separata da quella del fratello o della sorella, mentre le zone dedicate allo studio e allo svago sono in comune. Questa soluzione permette di sfruttare la verticalità dello spazio, ricavando ulteriori armadi in cui riporre vestiti, piumoni e cuscini.

 

Camerette con letti a scomparsa

Niente letti visibili durante il giorno, più spazio per le attività dei bambini: le camerette con letti a scomparsa rappresentano un efficace soluzione in presenza di piccoli ambienti da vivere in condivisione. La zona notte compare solo all’occorrenza, permettendo di sfruttare tutto lo spazio fra le pareti. Attenzione però: in alcune tipologie di mobili è necessario togliere il piumone o le coperte prima di poter richiudere il letto a scomparsa, facendo prevedere un lavoro supplementare ogni sera per ricomporre il tutto.

 

 

Crescerli è una sfida
Affrontala con un aiuto concreto per curare i tuoi figli e tutelare il loro futuro
Scopri Protezione Junior

Camerette con letti scorrevoli 

I letti scorrono e uno dei due scompare, tipicamente sotto l’altro, consentendo così di recuperare spazio da dedicare ad altre attività durante la giornata. Le soluzioni scorrevoli possono contenere anche tre letti, aumentando i posti in previsione dei piccoli amici dei nostri bimbi che potrebbero fermarsi a dormire dopo una festicciola di compleanno o un pomeriggio di compiti svolti insieme.

 

Il divano diventa protagonista della cameretta 

Morbidi cuscini e tessuti colorati danno vita a un comodo divano, perfetto per i momenti di relax. La camera per due bambini diventa più grande, trasformandosi in un luogo ideale per trascorrere insieme il tempo, senza invadere gli spazi dell’altro. E, alla sera, il divano si trasforma in due letti singoli, pronti per accogliere il riposo dei fratellini.                                                                                                                                                                                                                                                        

 bambini che giocano in camera

Quando il letto è un vero castello 

Il letto a castello è una delle più diffuse soluzioni per guadagnare spazio. Oggi al modello più classico si affiancano numerose proposte creative, che permettono di trasformare questo mobile indispensabile in un accogliente rifugio in cui giocare e passare volentieri il tempo. Proprio come in questa bellissima immagine, dove il letto superiore diventa una casa, con tanto di tetto e finestre!

 

Cameretta con letto contenitore 

I letti contenitore sono una “soluzione furba”, ideale sia per le camere dei grandi che dei bambini. Sfruttando lo spazio sottostante al materasso, è possibile ricavare un utile vano in cui riporre i giochi dei figli, senza la necessità di acquistare un mobile dedicato. Con un significativo miglioramento dell’ordine della stanza dei ragazzi.

 

Arredare la camera dei propri figli non è semplice ed è bene dedicare alla scelta dell’arredamento il tempo necessario a valutare tutte le soluzioni possibili, scoprendo le alternative più economiche e adatte alle proprie esigenze. Oggi le proposte sono davvero tante: dai classici letti a castello agli armadi a ponte, alla possibilità di organizzare lo spazio con pareti boiserie multifunzione, che prevedano oltre al letto anche dei binari su cui fissare scrivania, cassettiere, pensili.

Coinvolgere i bambini nella scelta dei colori e dei complementi d’arredo, inoltre, è un modo per unire tutta la famiglia nella creazione di qualcosa di nuovo, rendendoli partecipi e responsabili delle scelte e, sicuramente, felici di esserlo. Utilizzare, per esempio, sticker da parete, tattoo togli-e-metti autoadesivi, washi tape colorati può diventare un gioco divertente per definire e personalizzare i propri spazi in modo creativo. Sei alla ricerca di ulteriori fonti di ispirazione? Allora non perdere la Bacheca di Pinterest dedicata proprio alle piccole camerette condivise!