Obiettivo salute: scopri perché il giardinaggio aiuta a sentirsi meglio

In un episodio della quarta stagione di Orange is the new black, la popolare serie tv americana prodotta da Netflix, il personaggio di Red legge un passo tratto dal libro di Anne Lamott “Bird by Bird: Some Instructions on Writing and Life”, che parla del giardinaggio e del ruolo che ricopre nella vita dell’uomo.

Il passo, tradotto dall’originale in inglese, è il seguente:

Il giardino è una delle due grandi metafore per l'umanità.
Il giardino riguarda la vita e la bellezza e l'impermanenza di tutti gli esseri viventi.
Il giardino riguarda il nutrire i propri figli, il procurare cibo per la tribù.
È parte di una pressante spinta territoriale che probabilmente possiamo far risalire all'immagazzinare cibo degli animali.
È la manifestazione di un meccanismo competitivo, come avere un toro da esposizione, questa avidità per i migliori pomodori e rose inglesi.
Riguarda il vincere, riguarda il fornire alla società cose migliori; e riguarda il dare prova che si ha gusto, e buoni valori, e che si lavora sodo.
E che meraviglioso sollievo, ogni tanto, sapere chi sia il nemico.
Perché nel giardino il nemico è ogni cosa: gli afidi, il clima, il tempo.
E così ci si riversa in esso, ci si tiene così tanto, e si vedono da vicino così tante nascite, e crescita, e bellezza, e pericolo, e trionfo.
E poi ogni cosa muore ugualmente, vero? Ma si continua comunque a farlo.

Sono parole molto belle, appassionate e appassionanti, e riescono a restituire il vero senso del giardinaggio, che non è solo un hobby, ma un modo di vivere la vita.

Quello che ad una analisi superficiale potrebbe apparire, in effetti, come un semplice modo per passare il tempo, o in alcuni casi un lavoro come un altro, è in realtà qualcosa di molto più complicato, che ha effetti benefici evidenti sulla salute psicofisica delle persone, come evidenziato da numerosi studi che hanno messo in relazione disagi come la depressione con il giardinaggio.

 

Polizze infortuni e salute
Accesso alle migliori cure per te e i tuoi cari. Scegli una polizza per stare sereno a partire da 9,40 €/mese
Scopri le polizze

Vediamo insieme 5 motivi per i quali dovresti dedicarti al giardinaggio, per poterti prendere cura di te.

1. Il giardinaggio aiuta a curare e a prevenire la depressione

Nel giugno del 2010 è stato pubblicato uno studio condotto da due ricercatori olandesi, Agnes E. Van den Berg e Mariëtte H.G. Custer della Wageningen University and Research Center, relativo proprio al rapporto diretto tra depressione e giardinaggio.

L’esperimento condotto consisteva nel prendere 30 giardinieri volontari, sottoporli ad una serie di task molto stressanti, e successivamente dividerli in due gruppi, uno destinato ad una attività di giardinaggio all’aria aperta, l’altro alla lettura in una stanza al chiuso.

La sessione di relax durava 30 minuti in entrambi in gruppi, e durante questo lasso di tempo sono stati monitorati il livello di cortisolo salivare e l’umore.

La lettura e il giardinaggio hanno prodotto una diminuzione consistenze dei livelli di cortisolo e un miglioramento dell’umore, in particolare nel gruppo destinato al giardinaggio.

Ciò che ne hanno ricavato i due ricercatori è una prima prova sperimentale dei benefici apportati dal giardinaggio su persone soggette a periodi di forte stress emotivo.

Se vuoi approfondire la questione, ti consigliamo di consultare i documenti pubblici rilasciati dal Journal of Health Psychology.

2. La Garden Therapy e l’orticultura funzionano

Cos’è la garden therapy? Essenzialmente, si tratta di vivere il giardinaggio come un vero e proprio trattamento per la salute ed il benessere psico-fisico delle persone.

L’orticoltura e il giardinaggio vengono ormai studiati da decenni da ricercatori, psicologici, medici e biologi, e sono tutti concordi sul fatto che sia una attività positiva sotto molto punti di vista, e che andrebbe diffusa come cultura e tendenza in misura sempre maggiore.

Alla base della garden therapy e dell’orticoltura c’è un assunto tanto semplice quanto efficace: l’essere umano si è evoluto imparando a vivere a contatto con la natura, ecco perché coltivare una pianta, un frutto, un ortaggio, un fiore, ci fa sentire così bene, perché ci riconduce alla nostra essenza.

E non importa avere centinaia di ettari da coltivare, basta anche un piccolo spazio, un orto urbano, un po’ di vasi in terrazza, per farci sentire meglio.

Nel libro Horticulture as Therapy: Principles and Practice di Sharon Simson e Martha Straus, viene spiegato il significato e la genesi di questa nuova terapia, che è la sintesi perfetta tra il giardinaggio e le terapie riabilitative.

In effetti, stando a quanto riportato nel libro, già agli inizi dell’800 alcuni medici illuminati, sia negli USA che in Europa, erano soliti introdurre agricoltura e giardinaggio nei programmi di riabilitazione dei pazienti affetti da disturbi psicologici,

3. È un’ottima attività da svolgere con i figli

Tutti i genitori coscienziosi di questo mondo desiderano solo il meglio per i propri figli, per assicurargli una vita felice e una crescita serena e tranquilla.

Abituare da piccoli i bambini al giardinaggio non può che essere positivo, sotto diversi punti di vista:

  • Li aiuta a scoprire, e a capire meglio, la natura;
  • Li aiuta a rilassarsi, visto che oggi più che mai i bambini sono iper-stimolati;
  • Li aiuta a respirare aria pulita.

Da sempre è consigliato ai genitori di portare i bambini a giocare all’aperto, ovviamente quando le condizioni climatiche lo consentono, perché rappresenta una valvola di sfogo e di divertimento per loro, che finalmente possono sentirsi liberi di correre, saltare, e stare magari in compagnia con i genitori e con i proprio coetanei.

Il giardinaggio unisce a tutto questo l’aspetto rilassante e didattico, attraverso il gioco, la manipolazione e l’apprendimento per imitazione e stimolazione.

Insomma, è davvero un bel modo per trascorrere il tempo con tuo figlio.

bambini che annaffiano le piante

4. Il giardinaggio ti aiuta a ritrovare te stesso

Il giardinaggio è una di quelle attività che possono essere svolte anche in solitaria, come il jogging o la meditazione. Anzi, forse i vantaggi maggiori dal punto di vista psicologico e fisico si ottengono proprio rubando del te per se stessi, dedicandosi alla cura del proprio giardino o orticello.

Un’ora di giardinaggio può aiutarti a isolarti dal mondo, dallo stress, dalle ansie del lavoro, dalle preoccupazione della famiglia; in quel frangente puoi rilassarti, e spegnere il cervello per un po’.

Prendersi cura del proprio corpo e della propria mente è fondamentale, andrebbe insegnato nelle scuole, e consigliato a tutti, perché solo se si sta bene con se stessi si può godere del tempo trascorso con gli altri.

5. Ti riavvicina alle cose semplici della vita

Viviamo in una società iperattiva, veloce, frenetica, spesso alienante, e anche se oggi possiamo godere di progressi scientifici nei vari campi di applicazione, dalla medicina all’elettronica di consumo, a volte ci dimentichiamo delle cose semplici della vita, quelle cose che magari ci riportano all’infanzia.

Sporcarsi le mani con la terra, respirare l’odore delle piante e dei fiori, mangiare un pomodoro coltivato con le tue mani, che ha un sapore diverso da quelli acquistati nei supermercati, non ha prezzo.

Il giardinaggio è una delle attività più antiche al mondo, d’altronde l’essere umano ha vissuto e prosperato per millenni grazie all’agricoltura e alla caccia, ed esistono ancora alcuni popoli che vivono isolati dal resto del mondo, creando una società nella società, con piccole comunità agricole secondo gli usi e i costumi dell’ottocento.

Come puoi immaginare, non ti stiamo consigliando di scappare da tutto e da tutti per vivere come duecento anni fa, ma trasformare il giardinaggio da semplice attività obbligatoria e noiosa a hobby e passione può davvero migliorare la tua vita, e farti riscoprire le cose semplici che, spesso, dimentichiamo o diamo per scontate.