Sicurezza in auto: la scatola nera sarà obbligatoria anche per i mezzi su gomma

L'accordo europeo prevede l'obbligatorietà di alcuni efficaci dispositivi di sicurezza, oggi disponibili solo come optional. Ecco cosa cambierà per gli automobilisti.

 

Dopo l'aggiornamento normativo per i bambini a bordo e sui dispositivi antiabbandono sui seggiolini si torna a discutere di sicurezza stradale con l'introduzione dell'obbligo di montare una scatola nera (o “black box”) all'interno della propria auto.

L'entrata in vigore della legge Concorrenza 124/2017 [1] ha di fatto reso obbligatorio l'installazione di scatola nera e altri dispositivi di sicurezza su auto e mezzi pesanti.

La legge mira a migliorare gli standard di sicurezza in auto e ad abbassare il costo delle assicurazioni, generando una sana concorrenza tra le compagnie. Tra le funzioni previste dalla scatola nera c’è, infatti, un dispositivo GPS in grado di tracciare velocità, distanza di sicurezza e altre informazioni utili in caso di sinistri. Aspetti fondamentali per valutare le responsabilità dei conducenti.

Scatola nera obbligatoria per auto: cos'è e dove installarla

Questo dispositivo viene installato all'interno del veicolo ed è in grado di monitorarne l’utilizzo. La sua funzione principale è quella di rilevare la posizione del veicolo con un grado di precisione sufficiente ad accertarne posizione e velocità.

Il dispositivo potrebbe però rilevare altri dati necessari a conseguire la cosiddetta “piena prova”, utile in caso di sinistri stradali. Grazie alla posizione è infatti possibile ricostruire con precisione gli istanti immediatamente precedenti l’incidente o l’impatto: la corsia di marcia sulla quale si trovava il veicolo, distanza da altri mezzi, da persone o cose.

Aspetti che sono tuttavia ancora in fase di test, ai quali vanno ad aggiungersi i dubbi espressi da consumatori e associazioni di categoria circa la possibile manomissione fraudolenta o sostituzione dei dispositivi.

Ciò che è certo è che, ad oggi, la possibilità di installare una scatola nera sul proprio veicolo è promossa da alcune compagnie assicurative a fronte di uno sconto sul costo della RC Auto.

Sicurezza in auto: altre novità del 2019

La principale utilità della scatola nera per auto sarebbe quella di ridurre il rischio di truffe assicurative con falsi incidenti. Per questa stessa ragione, il testo di legge [1] contiene un importante aggiornamento relativo alla produzione di testimoni in caso di sinistri.

Nello specifico, a cambiare è la “modalità di identificazione di testimoni”, che deve ora risultare da:

  • verbali delle autorità intervenute sul luogo dell'incidente;
  • denuncia di sinistro, richiesta di risarcimento danni o invito alla negoziazione;
  • raccomandata A/R dall'agenzia assicurativa entro un massimo di 60 giorni dalla denuncia del sinistro.

Sarà inoltre necessario comunicare alla Procura della Repubblica in fase di istruttoria se i testimoni presentati a giudizio siano stati interessati da altre cause inerenti il settore stradale negli ultimi 3 anni.

Queste novità danno la possibilità di accedere a maggiori tutele: riducendo i costi sull'assicurazione auto infatti, puoi più agevolmente considerare una polizza infortuni che invece non è prevista dalla classiche RC Auto.

Polizze come Pronto, Protetto...Via!, proteggono te e i tuoi cari da infortuni sia stradali che della vita quotidiana o sul lavoro, garantendoti una somma giornaliera per ogni giorno di ricovero, convalescenza o gesso causati da infortunio. In più numerosi servizi di assistenza gratuiti quali ambulanza, fisioterapia, infermiere a domicilio, baby-sitter o collaboratrice domestica.

Consigli e informazioni utili

L'introduzione della Legge 124/2017 ha reso obbligatorio da qui ai prossimi anni l'installazione di scatole nere a bordo di veicoli pubblici e privati al fine di:

  • migliorare la sicurezza in auto, monitorando posizione e velocità dei veicoli in caso di sinistri;
  • evitare il rischio di frodi assicurative;
  • ridurre i costi RC Auto a carico dei consumatori, grazie a un risparmio sull'incidenza dei sinistri;

Fonti per questo articolo:

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/14/17G00140/sg

Pronto, Protetto... Via!
Lavori, ti diverti e viaggi anche all'estero sempre al sicuro dagli infortuni, con soli 9,40€ al mese
Scopri i vantaggi