5 consigli per un approccio intelligente allo smartphone in auto

Anas e dalla Polizia di Stato hanno promosso GuidaeBasta, una campagna di sensibilizzazione che vede protagonista La Pina, famosa speaker di Radio Deejay.  Sul sito dell’iniziativa leggiamo che “scrivere un sms o Whatsapp equivale a 10 secondi di distrazione e a percorrere 300 metri senza guardare la strada” mentre “per consultare un social network ci vogliono 20 secondi: a 100 km/h significa percorrere cinque campi da calcio al buio.” Dati significativi, specie se abbinati al fatto che “usare un dispositivo elettronico abbassa la soglia di attenzione rendendola simile a quella di chi guida con un tasso alcolemico di 0,8 g/litro (0,5 è il limite previsto dal Codice della Strada)”.

Che fare? Innanzitutto, la stessa campagna fornisce due importanti consigli per ridurre i rischi connessi all’uso del cellulare mentre si è al volante:

1. Non leggere o scrivere SMS mentre si sta guidando
2. Se si deve fare una telefonata, fermarsi in un punto sicuro

La legge tuttavia contempla due accorgimenti che possono rivelarsi molto utili per ridurre le distrazioni connesse all’uso del cellulare al volante:

3. Se non si può fare a meno di comunicare con il telefono mentre si è alla guida, utilizzare il vivavoce o il bluetooth.
4. In alternativa, si può ricorrere all’uso degli auricolari.
5. Nel caso si opti per gli auricolari, è bene minimizzare i rischi utilizzandone uno solo, in modo da impegnare nella conversazione un solo orecchio, lasciando l’altro in grado di percepire i suoni esterni.

Uso del cellulare alla guida: cosa dice la Legge

Nel nostro Paese è il Codice della Strada a regolamentare l’uso del telefono cellulare in auto. All’Articolo 173 leggiamo infatti che ”...è vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore… è consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie (che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani) ...”.

 

Polizze infortuni e salute
Polizze infortuni e salute
Accesso alle migliori cure per te e i tuoi cari. Scegli una polizza per stare sereno a partire da 9,40 €/mese
Scopri le polizze

Dati e campagne di sensibilizzazione per promuovere una guida sicura

Ma quanto incide veramente l’uso dei cellulari mentre si guida? Attualmente si è accesa la polemica tra due diversi studi. Da una parte l’Istat sostiene che le tre principali cause di sinistri siano la distrazione (21,4%), la velocità eccessiva (17,3%) e il mancato rispetto delle distanze di sicurezza (13,4%), mentre secondo l’ACI 3 incidenti su 4 sarebbero causati da distrazione, dovuta principalmente all’uso di cellulari e smartphone.
A luglio l’Automobile Club Italiano ha lanciato una campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale contro le distrazioni alla guida provocate dall’uso dello smartphone. Testimonial d’eccezione, Francesco Mandelli.

 

Uso del cellulare alla guida: le App che incentivano comportamenti sicuri al volante

'Smartphoners - pensa a guidare posa il cellulare' è una App che si può scaricare gratuitamente ed è compatibile sia con sistemi iOS che Android, pensata con l’ambizioso obiettivo di rappresentare uno strumento di utilità sociale. Dopo averla scaricata, si entra a far parte di una community che incentiva al rispetto del Codice della Strada e dei limiti di velocità grazie al sistema a punti 'Chi viaggia sicuro viaggia gratis'. L’incentivo a una guida sicura passa anche attraverso concorsi giornalieri e settimanali, sino a un maxi premio finale che verrà estratto dopo il 15 Luglio 2017.

Anche nell’ambito della campagna Anas “GUIDAeBASTA” è disponibile l’omonima App per iOS e Android. Dopo averla scaricata, dà la possibilità di attivare la modalità “Do Not Disturb” mentre si è al volante: tutte le notifiche e le chiamate vengono automaticamente silenziate, riducendo le occasioni di distrazione. Di più: su Android è disponibile anche un’opzione che permette di far attivare automaticamente questa modalità non appena lo smartphone rivela una velocità maggiore ai 10 Km/h!

Queste App sono un utile strumento per farci assumere comportamenti prudenti mentre siamo alla guida e quando scatta la tentazione di sbirciare lo smartphone o fare una telefonata. Ma la prudenza parte innanzitutto dalla consapevolezza che il telefono è un fattore di rischio che non va sottovalutato: basta davvero poco per aumentare la nostra sicurezza alla guida.

Leggi anche:

 

postato: Dicembre 16, 2016