Bonus asilo nido 2019: tutto quello che c'è da sapere

Dal 28 gennaio è possibile inserire le domande per il Bonus asilo nido che l'Inps riconosce alle famiglie. Ecco come fare domanda.

In questo post parleremo di:

Previsto dalla Legge 232 dell'11 dicembre 2016, anche per l'anno in corso e reso operativo dall'INPS, il Bonus Asilo Nido 2019 potrà essere richiesto a partire dal 28 gennaio 2019 ed è destinato a famiglie con bambini nati (o adottati) dal primo gennaio 2016 per il pagamento delle rette di asili nido (pubblici e privati autorizzati) oppure e in favore dei bambini di età inferiore a 3 anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido a causa di patologie riconosciute e per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari.

Bonus Asilo Nido 2019: sale a 1.500 euro annui l'importo massimo

L'inps ha reso note le nuove scadenze per l'inserimento delle domande per il Bonus Asilo Nido sul suo portale, prevedendo di corrispondere un massimo di 1.500 euro all'anno, come sostegno alle famiglie.

Il contributo sarà erogato direttamente dall'INPS, in rate mensili di massimo 136,37 euro a patto però che la somma non superi l'importo della retta realmente pagata. Occorre infatti presentare le quietanze di pagamento delle rette e dell'iscrizione come prova dell'effettivo costo sostenuto.

A cosa serve il Bonus Asilo 2019

Il bonus potrà essere utilizzato per pagare le rette necessarie alla frequenza di asili nido o, in caso di bambini affetti da gravi patologie, per l'assistenza a domicilio.
La finalità di utilizzo del bonus dovrà essere specificata in fase di domanda.
Nel caso di bambini affetti da patologie, il genitore dovrà allegare alla domanda l'attestazione da parte del pediatra che il bambino abbia “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”.

Bonus Asilo 2019: documentazione necessaria

Per usufruire del bonus, il genitore dovrà presentare la documentazione che attesti il pagamento delle mensilità sostenute della retta.

Nel caso di iscrizione al nido a settembre 2019, il genitore dovrà allegare alla domanda un attestato di avvenuta iscrizione e la ricevuta della prima mensilità della retta: per presentare le altre mensilità, il genitore richiedente avrà tempo fino a dicembre 2019.
La prova del pagamento della retta dovrà essere fornita tramite ricevuta o quietanza di pagamento o bonifico bancario o postale. La documentazione dovrà indicare:

  • denominazione e Partita Iva dell’asilo nido
  • gli estremi del pagamento con dichiarazione SR163 firmata dalla banca (una dichiarazione che attesta l'effettiva titolarità del conto corrente che si indica per ricevere il bonus)
  • il mese di riferimento delle ricevute quietanzate
  • il codice fiscale del minore per il quale si fa domanda 
  • il genitore che sostiene la spesa della retta.

Il Bonus non è limitato da questioni di reddito ma viene assegnato fino ad esaurimento dei fondi a disposizione (300 milioni di euro per quest'anno) e seguendo l'ordine di presentazione delle domande online.

Il riconoscimento del bonus non prevede limiti nel reddito familiare .
Il riconoscimento del bonus non prevede limiti nel reddito familiare .

Requisiti necessari per il Bonus Asilo Nido

I requisiti richiesti per poter usufruire del bonus devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e sono:

  • Cittadinanza italiana (o altro Stato dell'Unione Europea o permesso di soggiorno di lungo periodo)
  • Residenza in Italia

La domanda può essere presentata dal genitore che sostiene le spese per il nido (pubblico o privato). In caso di supporto a domicilio, il genitore deve coabitare con il figlio e avere dimora nello stesso Comune.

Come presentare la domanda per il Bonus Asilo 2019

La domanda, a partire dalle 10 del mattino del 28 gennaio 2019, potrà essere presentata solamente online, tramite servizi telematici dell'INPS, accedendo con il proprio codice fiscale e PIN rilasciato dall'Inps.

In alternativa è possibile fare domanda tramite servizio telefonico (Contact Center) al numero 803 164 (da rete fissa) o 06 164 164 (da cellulare) oppure farsi assistere da un patronato.

Il contributo viene corrisposto utilizzando il metodo scelto dal richiedente tra:

  • carta prepagata con IBAN
  • accredito su conto corrente bancario o postale
  • libretto postale
  • bonifico domiciliato.

Documentazione necessaria per presentare la domanda

Per accedere alla presentazione della domanda telematica è necessario innanzitutto possedere il proprio codice PIN che dà diritto ad accedere al servizio. Se non hai questo codice, puoi richiederlo sempre tramite il sito dell'Inps alla voce "Richiesta PIN Online" oppure direttamente presso uno sportello del tuo ufficio di competenza territoriale.

Successivamente sarà possibile accedere a "MyInps", ovvero il tuo profilo personale, e quindi al servizio "Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione".

Per inserire la domanda è sufficiente seguire la procedura, ma è bene tenere sotto mano:

  • Codice fiscale proprio e del bambino che frequenta l'asilo nido;
  • La denominazione esatta dell'asilo nido e il suo codice fiscale;
  • Gli estremi del conto corrente sul quale si desidera ricevere i pagamenti;
  • Il modello SR163 firmato e timbrato della tua banca;
  • Le ricevute di pagamento quietanzate delle rette e/o dell'iscrizione del bambino al nido con i mesi di riferimento