Spendere per un’auto nuova: differenza tra WhyBuy, noleggio a lungo termine, leasing

Nel mondo delle automobili sono entrati termini nuovi e, a volte, difficili da comprendere. In questo articolo ti spieghiamo cosa vogliono dire e come e perché possono convenire quando devi cambiare la macchina.

Grazie a una campagna comunicativa aggressiva, il claim “WhyBuy”, proposto da una nota casa automobilistica, è entrato nel linguaggio comune. Di fatto si tratta di un servizio di noleggio a lungo termine per privati e di leasing per possessori di partita IVA. Oggi queste formule innovative, ma difficili da comprendere e discriminare, si sono moltiplicate.

Ma cosa significano? Hai davvero la possibilità di cambiare auto più spesso senza impattare troppo sul tuo conto in banca? Sono soluzioni convenienti? Cerchiamo di capirlo assieme.

 

Why Buy: cos’è il noleggio a lungo termine innovativo

Il noleggio a lungo termine è un leasing per privati; una definizione semplificata ma significativa.

Più nello specifico si tratta di una forma di leasing senza i vantaggi previsti per chi è titolare di partita IVA e sempre più persone lo utilizzano per poter avere una macchina nuova ogni 3-4 anni. Secondo le stime dell'associazione noleggiatori, in Italia, solo nel 2017, ci sarebbe stato un incremento del 18% rispetto all’anno precedente, pari a 120.000 vetture in più nella flotta del NLT[1]. Una tendenza che mostra l’accresciuto apprezzamento degli automobilisti della nostra penisola.

Con questa particolare formula hai la possibilità di utilizzare una nuova vettura semplicemente pagando, fin da subito, un canone mensile, a volte senza versare alcun anticipo. La rata è determinata dalla tipologia di auto e da una serie di servizi accessori che puoi includere:

  • il bollo annuale;
  • l'assicurazione RC auto;
  • altre eventuali garanzie assicurative (polizza cristalli, Kasco, incendio e furto);
  • la manutenzione ordinaria della vettura;
  • la manutenzione straordinaria;
  • il controllo e la sostituzione degli pneumatici;
  • il soccorso stradale;
  • chilometraggio;
  • il veicolo sostitutivo.

Naturalmente più servizi sono inclusi, più la rata sarà alta: d'altro canto il costo della gestione dell'auto è certo fin da subito e senza sorprese. La durata del noleggio, generalmente, può variare da un anno fino a 60 mesi e sul contratto possono essere specificati anche i chilometri massimi percorribili annualmente. Una volta terminato il periodo di noleggio, l'auto viene riconsegnata e sei libero di stipulare un nuovo accordo o prendere altre strade.

I vantaggi di questa scelta sono: la certezza dei costi da dover affrontare, il servizio di gestione e manutenzione completo compreso nel prezzo, la possibilità di avere un'auto sempre nuova.

Di contro il prezzo da pagare è certamente più alto rispetto a un finanziamento e, per chi usa l'auto per lavoro e su lunghe percorrenze, la limitazione dei chilometri può condizionare la scelta o, peggio ancora, essere una salata sorpresa. Attenzione anche alle clausole per interruzione del contratto e le eventuali esclusioni previste.

Cos’è il leasing automobilistico e quando conviene

Il leasing finanziario automobilistico può essere considerato un “progenitore” del noleggio a lungo termine per i privati, un parente stretto. Le formule sono molto simili, ma mentre il WhyBuy si rivolge ai privati, il leasing è dedicato per lo più ai liberi professioni, le aziende e i titolari di partita iva.

La struttura contrattuale è simile, e prevede:

  • versamento del canone iniziale;
  • pagamento delle rate;
  • maxi rata finale per il riscatto o restituzione dell’auto.

Anche in questo caso nel pagamento del canone possono essere considerati quote di servizi accessori come assicurazione RCA, altre coperture assicurative, manutenzioni, cambio dei pneumatici e così via. Naturalmente i servizi inclusi incidono sulla quota mensile che andrà corrisposta alla società di leasing.

Il leasing finanziario può avere una convenienza effettiva se usi l’auto molto spesso, percorri parecchi chilometri ed hai la possibilità di scaricare i costi delle rate.

Attualmente, con la modifica all’articolo 164 del TUIR (testo unico delle imposte sui redditi), la deducibilità delle rate è al 20% e fino ad un massimo di 3615,20 euro per anno di imposta. Questi limiti fanno parte del cosiddetto “superammortamento”, introdotto dalla Legge di Stabilità 2016, prorogata anche negli anni successivi.[2]

Cos’è il buy back e come funziona

La formula del “Buy back” arriva dagli Stati Uniti dove, fin dagli anni ‘70, viene utilizzata per la compravendita delle auto e oggi la quasi totalità delle case automobilistiche ha adottato questo sistema tra i suoi mezzi di pagamento. Esistono alcune sfumature tra i diversi marchi, ma la sostanza non cambia: dietro questi prodotti c’è una formula di finanziamento con caratteristiche davvero particolari.

Con questo servizio hai, infatti, la possibilità di scegliere l'auto nuova finanziandone solo una parte e posticipando il saldo al termine dell’ammortamento concordato. Nella pratica, questa soluzione consente di avere un’auto senza dover pagare per intero il mezzo, ma pagandola solo per il periodo di utilizzo.

Al momento della stipula del contratto vengono, quindi, stabiliti:

  • l'importo dell'acconto, da versare in “contanti” o permutando la tua vecchia auto;
  • il valore futuro garantito, ovvero una cifra che il venditore si impegna a riconoscerti al termine della durata contrattuale (in genere tra i 2 e i 4 anni) e che costituirà l’importo della maxi rata finale;
  • le rate che dovrai pagare finanziando la restante parte di auto.
  • Valore futuro garantito e acconto influiscono sull'importo delle rate, tanto quanto durata e tasso di interesse, ma questo tipo di formula ti lascia ampio margine per costruire la soluzione migliore per te. Addirittura alcune case automobilistiche ti permettono di rimodulare il finanziamento durante tutta la sua durata.
  • Con il valore futuro garantito, al termine del contratto hai, inoltre, la possibilità di scegliere diverse strade:
  • puoi riscattare l'auto pagando la maxi rata, come nel leasing;
  • puoi finanziare la maxi rata, tenendoti l'auto;
  • riconsegnare la vettura ed essere libero da vincoli, come nel noleggio a lungo termine; L’auto non è tua, pertanto non puoi rivenderla e utilizzarne il valore per acquistare un’altra auto.
  • stipulare un nuovo contratto analogo.

Se al momento della riconsegna, il valore di mercato fosse maggiore del valore futuro garantito stabilito in precedenza, i concessionari si impegnano a decurtarti la differenza da un nuovo contratto, di tipo “buy back” o di acquisto classico.

Questa formula somiglia al leasing, per alcuni aspetti, e al noleggio a lungo termine per altri. Hai però rate più basse perché non sono inclusi i tanti servizi presenti in leasing e NLT, ti offre maggiore libertà al momento della scadenza contrattuale e non hai limiti alla percorrenza chilometrica.

Consigli e conclusioni finali

La differenza fra i meccanismi di acquisto o affitto è riassunta in questa tabella:

Tipo di contratto

Destinatari

Acconto iniziale

Rate (durata)

Maxirata Finale

Noleggio a lungo termine (WhyBuy)

Privati

Dipende dal contratto

Min. 36 mesi

No, si riconsegna l’auto

Leasing

Aziende, professionisti con P. Iva

Dipende dal contratto

Sì, nel caso di riscatto dell’auto

Buy Back

Privati

Min. 24 mesi

Sì, puoi pagarla o finanziarla

 

Difficile capire quale sia la formula migliore, meglio cercare di capire quale può essere quella più adatta a te. Tutte queste tipologie di fruizione dell’auto prevengono, di fatto, la svalutazione dell’investimento che normalmente colpisce l’acquisto di un’autovettura, ma hanno comunque pro e contro.

  • Il noleggio a lungo termine (impropriamente chiamato WhyBuy) è generalmente riservato ai privati e ha il vantaggio di garantire a chi lo usa costi certi per avere un’automobile nuova e funzionale. Lo svantaggio è che potrebbe costare molto di più rispetto all’acquisto tradizionale, se non si valutano con attenzione tutte le voci.
  • Il leasing è invece riservato a chi ha una Partita Iva, quindi a un’azienda oppure ai professionisti. Il vantaggio principale è che si possono scaricare le rate fino a 3615,20 euro per anno di imposta. Anche in questo caso occorre valutare bene i servizi inclusi e le limitazioni, specialmente in termini chilometrici, che il contratto di leasing impone.
  • Il Buy Back, è una formula che vale sia per i privati che per i professionisti e le aziende e consente di pagare a rate solo una parte dell’auto (circa metà) a rate, senza dover sostenere per intero i costi di un mezzo nuovo. Il vantaggio è che al termine del contratto (al massimo 36 mesi) si può decidere se restituire l’auto al concessionario per avviare un altro contratto o acquistare un’auto nuova, oppure riscattare il mezzo con una maxirata finale. Questa tipologia di contratto è vantaggiosa per chi desidera cambiare l’auto spesso ma bisogna fare attenzione ai chilometri inclusi nel contratto.

Fonti per questo articolo

[1] Rapporto ANIASA 2017 - https://www.aniasa.it/aniasa/aniasa-informa/public/pubblicazioni/2831

[2] http://www.informaimpresa.it/item/super-e-iper-ammortamento-2018-novita

Pronto, Protetto... Via!
Lavori, ti diverti e viaggi anche all'estero sempre al sicuro dagli infortuni, con soli 9,40€ al mese
Scopri i vantaggi