Il nostro servizio clienti è a tua disposizione * campo obbligatorio

Grazie per il messaggio!

Abbiamo ricevuto la tua richiesta

A breve sarai contattato dai nostri collaboratori. Puoi tornare alla home page o visitare le pagine dedicate alle polizze vita, infortuni o salute.

Per ulteriori informazioni o richieste visita la nostra area di assistenza clienti.

Qualcosa è andato storto.

C'è stato un errore nell'invio del messaggio.

Siamo spiacenti, l'invio del tuo messaggio non è andato a buon fine.

Premi il tasto "indietro" per tornare alla pagina di contatto conservando i dati inseriti oppure riprova più tardi.

Visita l'area di assistenza per altre richieste o informazioni.

Gli incentivi 2017 per l'acquisto di un'auto elettrica

Se stai per cambiare l'auto può essere il momento giusto per passare alla tua prima elettrica. Vediamo qual è la situazione di mercato, alcuni piccoli vantaggi nel possederne una, e come modificare la vettura attuale con un kit elettrico.


incentivi auto elettriche

Conviene ancora acquistare un'auto elettrica? Ecco gli incentivi del 2017 e come ottenerli.

Dal passato verso il futuro

Nella storia dell'automobile, l'auto elettrica è arrivata prima di quella a combustibile, negli anni '30 del XIX secolo. Ora sta tornando prepotentemente alla ribalta come mezzo di trasporto privato ad inquinamento molto basso. Nel 2016 in Italia ne sono state immatricolate poco più di 1000 (fino ad ottobre), comunque in crescita rispetto all'anno precedente. Oltre al prezzo non ancora competitivo, ad oggi la diffusione è bassa sia per la breve autonomia che per la scarsa distribuzione delle stazioni di rifornimento. Tuttavia, grazie a nuovi modelli che riusciranno a percorrere fino a 600 km con una ricarica, e a 180 colonnine che nel 2017 verranno installate sulle autostrade italiane, pian pianole auto elettriche passeranno da vetture cittadine per pochia macchine di famiglia, pronte a sostituire le attuali inquinanti a benzina o gasolio.Bloomberg ipotizza un periodo di svolta intorno al 2022, anche grazie all'ingente impegno di grandi costruttori, quali Tesla Motors.

Le novità di quest'anno

Diversi i marchi in fermento nel settore. Ecco una piccola carrellata:

  • Hyundai propone la Ioniq Electric, vettura per la famiglia già disponibile, anche se con un prezzo impegnativo di 36.750 €;
  • Toyota lancia a metà 2017 il suo cavallo di battaglia Prius, venduta perlopiù come ibrida, nella versione elettrica di tipo plug-in con la novità di pannelli solari sul tetto;
  • Zoe, l'utilitaria elettrica di casa Renault, nel 2017 viene rinnovata e parte da un prezzo di 30.500 €, potendo percorrere fino a 400 km con una ricarica completa;
  • anche la compatta più venduta in Europa, la Golf, viene proposta da Volkswagen in versione e-Golf, assicurando circa 300 km di autonomia, dopo una ricarica di sole 6 ore;
  • la nuova Smart EV (sia ForTwo che ForFour) ha un'autonomia di 160 km, adatta a chi si muove prevalentemente in città;

Quali vantaggi

Nonostante quest'anno non siano previsti incentivi statali per l'acquisto di auto elettriche, esistono dei vantaggi nel possederne una:

  • la maggior parte delle regioni non prevedono il pagamento del bollo nei primi 5 anni, dal 6° ne paghi 1/4 rispetto ad un'auto a benzina con gli stessi cavalli fiscali;
  • si può entrare liberamente in tutte le ZTL delle grandi città;
  • non paghi il parcheggio delimitato dalle strisce blu;
  • a parità di km percorsi, il costo di ricarica è di circa 1/3 rispetto a quello del carburante di un'auto con motore termico;
  • hai installato un impianto fotovoltaico sul tetto di casa, magari con un adeguato sistema di stoccaggio energia? si può dire che ricarichi la tua auto elettrica a costo zero;
  • se sei un fortunato abitante dell'Alto Adige, la tua regione propone importanti incentivi per queste auto. Sono previsti infatti ben 4.000 €sia per cittadini che per imprese, metà a carico della regione e metà a carico dei rivenditori, mediante una convenzione con la provincia di Bolzano. Su queste strade sono già presenti circa 35 stazioni di ricarica, ma se ne prevedono almeno 20 all'anno in più dal 2018;
  • infine puoi aderire ad uno dei gruppi di acquisto solidale e riuscire a spuntare un prezzo migliore comprando un'auto elettrica insieme ad altri utenti.
Protezione infortuni in Italia e all'estero

Pronto, Protetto... Via!

Lavori, ti diverti e viaggi anche all'estero sempre al sicuro dagli infortuni, con soli 9,40€ al mese

Un semplice calcolo

Per farti rendere conto dei risparmi che si possono conseguire, ecco un piccolo calcolo ricavabile dal confronto tra la Smart ForTwo a benzina (motore da 61 CV) e la Smart ForTwo EV elettrica. Considerando un prezzo medio nazionale della benzina di 1,56 €/L e quello dell'energia elettrica pari 0,18 €/kWh, se percorri circa 20.000 km all'anno ottieni

  • ForTwo a benzina: consumo medio 4,2 L/100 km, corrispondenti ad una spesa di 1.310 €;
  • ForTwo elettrica: consumo medio 13 kWh/100 km, corrispondenti ad una spesa di 468 €.

Ciò significa un cospicuo risparmio del 64%.

Il kit di retrofit

A fine 2015 il Ministero dei Trasporti ha emesso un decreto che dà la possibilità di trasformare un'auto tradizionale in una elettrica, mediante l'aggiunta di un kit, alla stessa stregua di quando si installa un impianto a metano sulla vettura a benzina.  Lo scopo è quello di passare ad una mobilità sostenibile con costi più contenuti rispetto all'acquisto di una elettrica nuova, ma con gli indispensabili vantaggi ambientali. Si parla infatti di un costo completo di circa 9.000 €, che comprende il kit, le batterie, l'installazione e la pratica di aggiornamento libretto, a fronte di un risparmio medio annuo di circa 1.500 €. Ad oggi l'unico costruttore accreditato presso il MIT è la Newtron Italia: si stanno individuando le officine alle quali autorizzare la conversione.

Conclusione

L'abbattimento dei gas climalteranti passa sicuramente dal settore trasporti, specie da quello privato, dove alla comodità di muoversi in autonomia fa da contraltare l'inquinamento da gas di scarico. La mobilità elettrica può essere un driver importante nel bloccare una situazione così poco promettente. Con un'auto elettrica, nel tuo piccolo, puoi contribuire a questo miglioramento.

Post correlati Più recente