Purtroppo è una situazione comune per i molti che, in questi anni, hanno dovuto all’improvviso fare i conti con una situazione economica sicuramente più difficoltosa:

“Sono sposato, mia moglie lavora part time– racconta Filippo – ho una figlia che dopo una vita ha cominciato a fare supplenza nelle scuole elementari, insegna però saltuariamente. Ho due nipoti. Mio figlio lavora e convive con una persona. Abitiamo in una casa in un unico nucleo familiare io, mia figlia, i miei nipoti, mia moglie. Io sono in disoccupazione, abbiamo un reddito piccolo, modesto e io mi ritrovo un po' in cattive acque”.

La garanzia sulla perdita del lavoro: un aiuto concreto

Prima di perdere il lavoro, Filippo aveva preso un piccolo prestito per sistemare la casa e per coprire piccole spese straordinarie ma necessarie: “Volevo sistemare l'abitazione, perché per fare alcuni lavori non ce la facevo, avevo già un altro finanziamento precedente perché ho dato una mano ai figlioli. Avevo anche cambiato la macchina: suvvia, ho detto, si fa anche questo tanto il lavoro c'è, si guadagna discretamente, facciamo questo passo”.

Chi ama protegge
Scopri come una polizza può aiutarti a costruire il progetto di vita insieme al tuo partner con facilità e responsabilità
Scopri le polizze

All’epoca i conti tornavano, ma una volta disoccupato, per Filippo e la sua famiglia le cose sono cambiate radicalmente. La rata del prestito oggi pesa per più della metà del sussidio di disoccupazione.

Quando ha preso il prestito Filippo ha attivato anche l’assicurazione MetLife che tra le varie garanzie prevede anche la perdita involontaria di impiego. La sua situazione nel momento difficile è diventata decisamente più gestibile: “per un anno le rate le paga l’assicurazione al posto mio. Se avessi dovuti rimborsare di tasca mia, non so come avrei fatto”, sostiene Filippo. “Ha fatto la differenza. Sta facendo la differenza, certo”.

Un anno che sarà prezioso per Filippo, ora deciso a trovare un altro lavoro: certo, non è facile, ma “mi sto dando da fare”.

Filippo consiglia MetLife: “ho fatto bene a fare l’assicurazione”

Senza il sostegno dell’assicurazione MetLife, Filippo ammette che avrebbe avuto difficoltà a pagare le rate del prestito. “Non si andrebbe avanti con poche centinaia di euro al mese, pagando la benzina, le spese, specialmente le spese mediche che ho avuto quest’anno, e altro.”

La premura e la consapevolezza che le cose possono cambiare da un momento all’altro quindi hanno spinto Filippo a tutelarsi. “Per quanto mi riguarda, posso dire francamente di aver fatto bene a fare l'assicurazione MetLife. La consiglierei tuttora.”

Con il senno di poi, anzi, Filippo ammette che avrebbe valutato anche una soluzione con ulteriori garanzie, pur dicendo di essere molto soddisfatto della sua scelta e del supporto ricevuto: “Da uno a dieci direi: otto”.

Noi di MetLife ringraziamo Filippo, la sua famiglia e la disponibilità a rilasciare l’intervista, augurandogli di trovare al più presto la serenità e un nuovo lavoro.

 

 

postato: Gennaio 30, 2017